mercoledì 13 settembre 2017

[Recensione] "Aspettami fino all'ultima pagina" di Sofia Rhei

Cari Lettori,
oggi vi voglio parlare di questo delizioso romanzo che ho avuto l'occasione di leggere in anteprima grazie alla Newton Compton Editori.


Aspettami fino all'ultima pagina
Sofia Rhei




Editore: Newton Compton
Prezzo: Rigido 10,00 € Ebook 0,99 €
Pagine: 256
Terminato di leggere il: 09/09/2017

Trama: Silvia ha quasi quarant’anni, vive e lavora a Parigi e ha una relazione difficile con Alain, un uomo sposato che da mesi le racconta di essere sul punto di lasciare la moglie. Dopo tante promesse, sembra che lui si sia finalmente deciso, ma la fatidica sera in cui dovrebbe trasferirsi da lei, le cose non vanno come previsto. E Silvia, in una spirale di dolore e umiliazione, decide di farla finita con quell’uomo falso e ingannatore e di riprendere in mano la sua vita. Alain però non si dà per vinto, e Silvia non è abbastanza forte da rimanere indifferente alle avances dell’uomo che ama... Dopo giorni e notti di disperazione, viene convinta dalla sua migliore amica a fare visita a un bizzarro terapeuta, il signor O’Flahertie, che sembra sia capace di curare le persone con la letteratura. Grazie ad autori come Oscar Wilde, Italo Calvino, Gustave Flaubert, Mary Shelley, e al potere delle loro storie, Silvia comincia a riflettere su chi sia realmente, su quali siano i suoi desideri più profondi e su cosa invece dovrebbe eliminare dalla sua vita...

Recensione

Preparatevi a leggere una storia particolare e a farvi travolgere dall'amore e dalla passione per libri perchè questo romanzo vi accompagnerà in un viaggio spettacolare nella vita e nei capolavori di alcuni degli autori più famosi e apprezzati di sempre.

La protagonista dell'intera storia è Silvia, una biologa di trentaquattro anni che vive una duratura relazione sentimentale "nascosta" con Alain, uno sposato che non intende minimamente necessario lasciare la moglie per iniziare un rapporto serio con lei.
Potrete ben comprendere come l'inizio dell'intero romanzo riguardi principalmente uno sfogo della protagonista che per l'ennesima volta viene "piantata in asso" dall'amante. Delusione, rabbia e lamentele vi pioveranno addosso.
Vi garantisco che se il romanzo fosse stato tutto sulla medesima lunghezza d'onda dei primi capitoli non avrei potuto dargli nemmeno una stellina. Troppo pesanti e ridondanti: diciamo pure che abbiamo capito quanto soffra Silvia a causa di quest'uomo, così come abbiamo ben compreso che il suo carattere e il suo modo di essere l'abbiano facilmente portata ad essere una persona diversa da quella che è. Però a tutto c'è un limite!!!
Per fortuna la protagonista ad un certo punto decide (o per lo meno, presa dallo scorrere degli eventi e del tempo, nè obbligata...) di prendere in mano la sua disastrosa vita amorosa e di cambiare tutte le carte in tavola.
"L'amore tra chi si consegna agli altri scrivendo e chi lo fa leggendo è reale quanto la vita stessa."
Convinta dalla sua migliore amica, entra in contatto con un fantastico personaggio, il biblio-terapeuta Signor O'Flahertie che finalmente riuscirà a "guarire" Silvia. Inutile dirvi che questo personaggio è quello che ho amato di più...ancora prima di completare il romanzo e di dare una risposta a tutte le mie domande circa la sua particolare identità, mi aveva conquistata! Lo apprezzerete moltissimo, ne sono sicura!
Ma non voglio dirvi altro, dovrete far vostre ogni singola pagina e parola (tranne i primi capitoli che potete assolutamente risparmiarvi!).

Il romanzo è narrato in terza persona, motivo per il quale non riuscirete ad entrare in completa sintonia con la protagonista che nonostante tutto risulta sempre un po' distaccata dalla storia.
Il linguaggio utilizzato è semplice e di facile comprensione; le descrizioni dei personaggi, dei luoghi e dei fatti narrati sono molto dettagliate. La lettura scorrerà velocissima sotto i vostri occhi nonostante si tratti non solo di un semplice romance ma di un vero e proprio viaggio interiore della protagonista alla scoperta della vera sè stessa. Troverete moltissimi spunti per nuove letture e per utilissime riflessioni. Vi sembrerà di passeggiare nella città più bella del mondo, Parigi, insieme alla protagonista e ai suoi numerosi dubbi esistenziali, senza dire che alla conclusione del romanzo ci lascerete molto più che un pezzo di cuore.

Diciamo che questo libro è stato un po' come un motore diesel: è partito piano, con tutta la lentezza del mondo (rischiando anche di perdere il lettore per strada) e poi è esploso in tutta la sua bellezza, riuscendo a lasciare interdetto e senza parole il lettore. Sono sicura che amerete il coinvolgimento dei libri proprio come ho fatto io! Non potrete rimanerne estranei.
"Quando un lettore sente un'affinità tanto forte con un autore, tra loro si crea un legame, un vincolo d'affetto e di responsabilità. Ogni volta che la bambina che fu rileggeva una delle mie storie, quel legame si faceva sempre più profondo e reale. E mi ha condotto da lei, proprio come io la attiro verso di me."
L'autrice è stata una bellissima scoperta e spero infatti di potermi presto dedicare alla lettura di qualche altra sua storia, sperando che nella prossima avventura decida di non far soffrire e tormentare in questo modo la protagonista e il lettore.

Da leggere!

N.

2 commenti:

  1. Lo sto leggendo ma sto andando a rilento!

    RispondiElimina
  2. anche per me è stata un'ottima scoperta =) è stata una lettura davvero interessante!

    RispondiElimina