lunedì 26 marzo 2018

[Recensione] "Il matrimonio è una fiaba a lieto inizio" di Fulvio Fiori

Cari Sognalettori, 
oggi vi parlo di questo libro particolarissimo che mi ha tenuto compagnia negli ultimi giorni. Edito da Tea, vi ricordo che potete trovarlo in tutte le librerie e store online.

Il matrimonio è una fiaba a lieto inizio
Fulvio Fiori




Editore: Tea
Prezzo: Ebook 2,99€
Pagine: 176
Terminato di leggere il: 22/03/2018

Trama: Questo romanzo racconta la storia di Angelo, un uomo come tanti che la vita ha messo a dura prova e che i suoi amici, un'amica sciamana in particolare, e la scrittura hanno aiutato a tirarsi fuori dall'abisso di dolore in cui era precipitato. In un bel giorno di settembre, sotto lo sguardo vigile delle sue amate montagne, Angelo si ritrova marito di Alice, innamorato e pieno di progetti. Il matrimonio è proprio una fiaba a lieto inizio, e la famiglia che in breve tempo prende corpo – Angelo, Alice, Alessandro, Pietro e Andrea – va a vivere in una splendida villa in collina. Poi, in un quadro che sembra perfetto, si aprono le prime, inspiegabili crepe. Quasi senza accorgersene, e senza colpe, Angelo comincia a perdere i pezzi della propria vita: il lavoro, la passione, la fiducia, fino al colpo più duro, che lo allontana dalla famiglia e lo trasforma da marito e padre felice in un estraneo, un uomo solo seduto in un aeroporto in attesa di un volo e di un futuro… Ma Angelo non è solo: la risalita sarà dura, piena di ostacoli, incomprensioni e passi falsi, ma ci sarà qualcuno che non lo abbandonerà e che lo aiuterà a capire che quando un uomo perde tutto, forse può finalmente trovare se stesso.

Recensione
La storia di Angelo vi catturerà sin dalle prime pagine. 
La sua vita cambia repentinamente in un giorno qualsiasi quando ha la conferma che la moglie frequenta a tutti gli effetti un altro uomo. Questa è la causa scatenante, la goccia che fa traboccare un vaso già colmo di delusione, di parole non dette, di rapporti di facciata e della fine di un amore. 

Peccato che il nostro protagonista, oltre a dover affrontare lo scoglio della separazione, si ritrova davanti alla negazione di qualsiasi contatto con i tre figli, alla perdita del lavoro e della casa di famiglia. Gli poteva andare peggio? Non penso. 
Oltretutto Angelo è uno di quegli uomini buoni che senza rancore né malizia vuole semplicemente riallacciare i rapporti con i figli che costituiscono la parte più importante della sua vita. Modellati dalla madre, che gli fa un vero e proprio lavaggio del cervello, i tre ragazzi tagliano tutti i ponti possibili con questo padre che nonostante il dolore e la delusione sarebbe pronto ad accoglierli a braccia aperte sempre e per sempre.

Il protagonista che conoscerete all'inizio del romanzo è un personaggio triste, deluso dalla vita e dalla famiglia, a tratti persino depresso che cerca di trovare la spiegazione di cosa lo abbia portato a perdere tutto. Non è arrabbiato, è letteralmente deluso e tutta quella delusione e amarezza non gli permettono di guardare con obiettività il futuro. 
È come se fosse incastrato in un passato che non esiste più! 
"Il destino non esiste, ne abbiamo parlato mille vole, il tuo destino sei tu, i tuoi pensieri, le emozioni, le azioni...Ogni cosa che ti accade la crei tu, anche se ne sei inconsapevole. E' il principio di causa-effetto: oggi vedi gli effetti delle cause che hai messo ieri, e domani vedrai gli effetti delle cause che metti oggi."
Assisterete ai mutamenti che avverranno nel più profondo della sua anima, lo accompagnerete in un viaggio per l'Europa, tra Vienna, Berlino e Amsterdam che in realtà è più un viaggio che compie interiormente e che lo porterà ad avere nuovamente fiducia in sé stesso e al futuro. 

I suoi pensieri, i suoi sentimenti, la sua sofferenza ed infine la sua decisione di vivere con tutte le forze accettando quanto accaduto vi daranno moltissimi spunti di riflessione che non potrete ignorare. 
"Una cosa sola mi è chiara, in questo momento: più sono lontano da casa e più i sento a casa."
Vi stupirà e vi coinvolgerà incredibilmente in questo viaggio a cavallo tra passato e presente, tra amore e odio, tra accettazione e delusione.
Il fatto poi che la storia è narrata direttamente dal protagonista stesso, in prima persona, vi darà l'impressione che in qualche modo si stia rivolgendo direttamente a voi e a nessun altro. Un po' come se avesse scritto un diario di vita in cui il lettore sta curiosando spudoratamente, quasi violando l'anima e i pensieri di Angelo. 

Il ritmo del romanzo è fluido e incalzante. Il linguaggio è semplice e moderno, le descrizioni dei fatti e dei personaggi che ruotano attorno al protagonista sono dettagliate e vi permetteranno di giudicare obiettivamente la storia di questo uomo abbandonato da tutti coloro che ama! 

Una storia di accettazione ma anche di rivincita. Sono sicura che vi terrà letteralmente incollati alle pagine che scorreranno a volte fin troppo velocemente sotto i vostri occhi. 
"...sono la roccia sotto i miei piedi e l'acqua del fiume laggiù, l'aria del vento che mi accarezza e il fuoco del sole che mi scalda..."
Un romanzo che cura le ferite create dall'amore con l'amore stesso. Un saggio vero e proprio sulla vita che non vi lascerà indifferenti. E non temete, il matrimonio è una fiaba a lieto inizio ma tutto sommato anche a lieto fine, come ci dimostrerà Angelo che nel corso degli anni e dopo la sua esperienza torna ad amare la vita e una donna che a sua volta gli darà un figlio. 

Il finale vi stupirà, inaspettato e allo stesso tempo dovuto e meritato, concluderete la lettura con il sorriso sulle labbra e una nuova consapevolezza nel cuore: nonostante tutto l'importante è vivere e amare sempre!

Da leggere ^-*
N.

1 commento:

  1. Non lo conoscevo, me lo segno perché sembra molto valido :D

    RispondiElimina